sabato 13 marzo 2010

PC allagato e bagnato cosa fare?

Vi si e' mai allagata casa? Un rubinetto aperto... o la pioggia imperterrita è arrivata nel garage seminterrato o peggio vi si e' alluvionata la sede aziendale,tutti i computer hanno preso acqua e siete il responsabile dei sistemi informatici ?

Purtroppo in questi disastri i case dei PC, che di solito hanno il brutto vizio di trovarsi per terra, sono i primi a subirne le conseguenze.Io dal mio canto mi posso ritenere un esperto in merito perchè l'azienda in cui lavoro ha subito ben 2 allagamenti in meno di 6 mesi a causa delle alluvioni, ovviamente la prima volta e' stata una tragedia PC, gruppi di continuità e multiprese completamente fuori uso.
Molte unità centrali non avviavano completamente altri invece sembravano, inizialmente, funzionare perfettamente per poi morire del tutto dopo 8-15 giorni ma cosa succede quando un PC o apparecchiatura elettronica si bagna?Si può rimediare?E come?Il problema di per se non e' l'acqua in quanto tale ma della corrosione che essa genera lentamente e/o dei residui che lascia inesorabilmente sulle piste tra le saldature.
La prima operazione da fare ovviamente e' di scollegare la rete elettrica e mettere le unità all'asciutto in sicurezza, ad emergenza finita,poi, non COLLEGARE ASSOLUTAMENTE all' elettricità l'apparecchio neanche per vedere se funziona anche se sembra asciutto o lo avete lasciato ad asciugare per 2 giorni.Di regola meno tempo restano a mollo e più possibilità ci sono di recuperarlo.Smontate tutto quello che siete in grado di smontare e rimontare senza fare danni (ovviamente non sotto tensione), staccate i connettori (ci sarà sicuramente dell'acqua dentro) rimuovete le schede, la batteria tampone (quella tonda tipo per orologi) e con un po di carta da cucina delicatamente assorbite quanto più possibile.Ora armatevi di phon e iniziate ad asciugare quanto più potete mi raccomando non troppo vicino perché il calore danneggia i componenti in silicio o peggio potreste dissaldare qualcosa quindi tenete il phon alla giusta distanza e muovetelo in continuazione magari toccate con le dita le zone trattate per controllarne la temperatura e umidità.Fatta questa operazione bisogna ripulire le piastre perché l'acqua non e' mai pulita (solitamente) e contiene polveri e residui che si fissano sulle schede inficiandone il corretto funzionamento, l'operazione di pulizia la faremo con uno spray pulisci-contatti per l'elettronica:
spruzzare abbondantemente nelle parti più nascoste nei connettori e gli slot e magari con un pennello asciutto aiutiamolo a penetrare in tutti gli anfratti delle schede.
Ora bisogna debellare l'acqua perché corroderà (portando insorabilmente alla morte) le piste in rame ho trovato uno spray idrorepellente che ha del miracoloso il WD40 che tra l'altro è anche anticorrosivo ed isolante, costa poco e si trova dappertutto.Lo applicate come il pulisci contatti aiutandolo con un pennello.Dopo averlo fatto agire per 3-4 ore rimuovetelo con carta assorbente operazione alquanto fastidiosa perché il WD40 e' oleoso quindi non lo toglierete mai del tutto ma cercate di toglierne il più possibile.
Rimontate tutto e lasciate ad asciugare con i pannelli aperti per altri 3-4 giorni in un ambiente asciutto.Io ho potenziato l'asciugatura favorendo l'evaporazione utilizzando una lampadina accesa da 60W puntata a poca distanza (ma non troppa) sopra l'apparecchio.
Se avete fatto tutto bene dovrebbe ripartire tutto come se nulla fosse successo.
Se il PC non si avvia potreste provare a rismontare e ripetere tutto da capo oppure rimettere ad asciugare e ritentare l'accensione dopo qualche giorno (a volte fanno così).Con questa mia "procedura" posso dire di aver recuperato tutte le multiprese, e 5 PC sui 7 (di cui uno è morto postumo..lo avevano acceso subito e andava ma poi...) bagnati fino a 40 centimetri per il resto a volte è questione di fortuna.
Spero di esservi stato utile.
Buona fortuna.

2 commenti:

  1. Ma questo funziona a distanza di pochi giorni ? Il mio pc è caduto nell'acqua ad Agosto , è ancora recuperabile ?

    RispondiElimina
  2. Prima viene trattato meglio è.
    Credo comunque che con un po di fortuna potrebbe funzionare anche sul tuo, se ne vale la pena prova no?
    Buona fortuna.

    RispondiElimina